Conorbis grotriani (Koenen, 1865)

Conorbis dolini (Tucker, 1984)

 



Descrizione e caratteristiche:

 

Conorbis grotriani

 

Si differenzia dal Conorbis dormitor grazie all’ampia depressione presente sulla parte superiore delle spire e i solchi regolari presenti sull’ultimo giro.

L’altezza massima degli esemplare adulti è di 32 mm., per una larghezza di 15 mm.

 

L’originale assegnazione all’Oligocene del Conorbis grotriani è errata, quella corretta è l’Eocene Medio. Gli strati più antichi dell’area di Helmstedt sono del Luteziano: “On the basis of invertebrate fossils from the overlying marine succession the coal bearing succession of the Helmstedt district was originally regarded as Oligocene (Barth, 1892; Dorstewitz, 1902; Schmierer, 1913), but an Eocene age was also suggested by Linstow (1907) and Harbort (1909). The latter was confirmed by remains of Middle Eocene vertebrates at the base of the overlying marine succession (Schröder, 1913, 1918). Later, Quitzow (1948) was able to assign an Early Eocene age to the lower group of seams, now Schöningen Formation, based on lithologic arguments and scarce diatoms from glauconitic sediments of what is now called Emmerstedt Formation. Pflug (1952) distinguished different associations of spores and pollen (“Pollenbilder”) from the lower and the upper group of seams (“HU-Bild” respectively “HO-Bild”). Since the “HO-Bild” was closely comparable with microfloras from the Middle Eocene of the Geiseltal he regarded the upper group of seams (Helmstedt Formation) as Middle Eocene and the lower group of seams as Lower Eocene. This has generally been confirmed by later studies (Pflug, 1986; Lenz, 2005)” (5).

 


 

Conorbis dolini

 

Protoconch of two and one-half rounded, swollen whorls whose first is smooth, inclined, and partially hidden by the smooth swollen second whorl; teleoconch of six whorls. The first whorl has a subsutural collar and three spiral grooves with growth lines then persist into the sixth whorl. The subsutural collar also persists and becomes punctate by the whorl three. The spiral grooves number three on whorls one through four with a relatively large centrally located ridge being produced. This central ridge becomes even more pronounced in whorls five and six and is crossed by the enlarged growth lines producing a cancellate appearance in the outer two whorls; the other spiral ridges persist as well. The spire whorls are only slightly scalariform due to pronounced impressed suture between adjacent whorls. The whorl tops are flat, being neither convex nor concave throughout the length of the spire. The spire is only slightly elevated consisting of about one-third of the total length of the shell. The body whorl is ornamented with spiral grooves and flat-topped ridges. These reach the shoulder but are separated from the spire ornamentation by a narrow smooth area at the shoulder angle. Although not sharply angular, the shoulder angle is pronounced. The shell is about one-half as wide (12 mm) as it is in total length (25,3 mm.), giving it a somewhat squat, conical appearance.

Growth lines are pronounced where they cross the grooves between adjacent ridges on the body whorl. The sides of the body whorl are slightly but distinctly convex. The aperture is moderately narrow and widest at the anterior end of the shell just posterior to the false umbilicus which is pronounced (6).

 

 

La protoconca è formata da due spire e mezza gonfie e arrotondate, di cui la prima è liscia, inclinata e parzialmente nascosta dalla seconda, liscia e gonfia; la teleoconca è formata da sei spire. La prima spira ha un collare subuturale e tre scanalature a spirale con linee di crescita, che persistono fino alla  sesta spira. Persiste anche il collare subsuturale, che diventa punteggiato a partire dalla terza spira. Le scanalature a spirale, sulle spire dalla prima alla quarta, sono tre, con una cresta posizionata centralmente relativamente grande che viene a crearsi. Questa cresta centrale diventa ancora più pronunciata nelle spire cinque e sei ed è attraversata dalle linee di accrescimento allargate, e diventano meno evidenti nelle due spire esterne; persistono anche le altre creste a spirale. Le spire sono solo leggermente scalariformi a causa della sutura impressa in modo pronunciato tra le spire adiacenti. Il profilo delle spire è piatto, non essendo né convesse né concave per tutta la lunghezza della spira. La spira è solo leggermente rialzata e rappresenta circa un terzo della lunghezza totale della conchiglia. Il corpo principale è decorato con scanalature a spirale e creste piatte. Queste raggiungono la spalla ma sono separate dall'ornamento della spira da una stretta area liscia all'angolo della spalla.

Sebbene non sia netta, l’angolatura della spalla è tuttavia ben delineata. La conchiglia è larga circa la metà (12 mm) rispetto alla lunghezza totale (25,3 mm.), il che le conferisce un aspetto un po' tozzo e conico.

Le linee di crescita sono pronunciate nel punto in cui attraversano le scanalature tra le creste adiacenti sul corpo principale. I lati dell’ultimo giro sono leggermente ma distintamente convessi. L'apertura è moderatamente stretta e più ampia all'estremità anteriore della conchiglia, appena dietro al falso ombelico che è pronunciato (6).

 

 

Sfortunatamente l’esemplare descritto da Tucker è andato smarrito, nel senso che presso il PRI non sono stati in grado di trovarlo pur avendolo ancora presso di loro (email privata di Leslie L. Skibinski, PRI Collections Manager).

 

 

 

Conorbis grotriani (4)

(Koenen, 1865) – Tav. XV Fig. 5a/b

 

Conorbis grotriani

Conorbis dolini (Tucker, 1994)

Holotype PRI 33191, mm. 25,3 x 12

Paleontological Research Institute, Ithaca

Moodys Branch Formation – Upper Eocene at Town Creek, Jackson

Hinds County, Mississippi

 

 

 

 

 




 

 Conorbis grotriani

mm. 15,4 x 6,9 - Luteziano – Eocene

[AZFC N. 248-00] 

 

 

 

Conorbis grotriani (Koenen, 1865) 

cf. Conorbis dolini

mm. 15,4 x 6,9 - Luteziano – Eocene

Shepherds Gutter Bed, Selsey Formation, Upper Bracklesham Beds– Brook, New Forest, Hampshire

[AZFC N. 248-00]

 

 

 

Conorbis dolini (Tucker, 1994)

Holotype PRI 33191, mm. 25,3 x 12

Mississippi

 

Conorbis grotriani

(Koenen, 1865) 

mm. 15,4 x 6,9

Luteziano – Eocene

 [AZFC N. 248-00]

 

 

 

 



Bibliografia Consultata