Conus (Calusaconus)  tomeui (Petuch, 2004)

 

Questa conchiglia ha un aspetto generale che corrisponde alla descrizione del sottogenere; la metà posteriore dell’ultimo giro è liscia e lucida; la metà anteriore ed il canale sifonale presentano 18-20 evidenti cordoni spirali; i primi giri sono elevati; i giri seguenti sono leggermente canalicolati; la colorazione è composta da 6-8 ampie bande di blocchi ampi ed irregolari (1).

Questa conchiglia è confinata nel Holey Land Member ed equivalenti, Bermont Formation, Okeechobee Group, Pleistocene (Aftoniano) della Florida meridionale (1).

Il Conus tomeui è il predecessore del Conus evergladesensis, nel quale i cordoni della scultura sono più evidenti ed occupano una parte maggiore della conchiglia. Questa specie è il perfetto intermedio tra il Conus spuroides, precedente e completamente liscio,  ed il Conus evergladesensis, nel quale i cordoni della scultura ricoprono l’intero ultimo giro (1). Per Hendricks, tuttavia, le differenze non sono tali da giustificare la distinzione tra il Conus tomeui ed il Conus evergladesensis a livello di specie (2).

 


 

 

Conus tomeui Holotype AMNH 50678

 


 

Conus tomeui

mm. 31,5 x 17,3

Pliocene Superiore – Bermont formation

[AZFC N. 232-00]

 

 

 

Calusaconus tomeui(1)

Holotype AMNH 50678

mm. 32.7 x 18.0

Conus tomeui

mm. 31,5 x 17,3

[AZFC N. 232-00]

Conus tomeui

mm. 28,8

Bermont formation

 

 


Bibliografia Consultata

 

·        (1)  - Petuch (2003) “Cenozoic Seas: the view from eastern North America”